Dati Covid in tempo Reale

All countries
228,303,851
Confermati
Updated on 17 September 2021 23:01
All countries
203,180,726
Ricoverati
Updated on 17 September 2021 23:01
All countries
4,691,677
Morti
Updated on 17 September 2021 23:01

Afghanistan. Talebani, donne e ragazze stiano in casa. I soldati “non sono addestrati” a rispettarle

- Advertisement -
- Advertisement -

Agenpress – Cresce la paura per le donne e le ragazze in Afghanistan dopo che i talebani hanno detto alle lavoratrici di rimanere a casa, ammettendo che non erano al sicuro nelle mani dei soldati del gruppo militante.

Il portavoce dei talebani Zabiullah Mujahid ha detto in una conferenza stampa martedì che le donne non dovrebbero andare a lavorare per la propria sicurezza, minando gli sforzi del gruppo per convincere gli osservatori internazionali che il gruppo sarebbe stato più tollerante nei confronti delle donne rispetto a quando erano al potere.
L’istruzione è arrivata lo stesso giorno in cui la Banca mondiale ha interrotto i finanziamenti in Afghanistan, citando preoccupazioni per la sicurezza delle donne, e poche ore dopo che le Nazioni Unite hanno chiesto un'”indagine trasparente e tempestiva” sulle denunce di violazioni dei diritti umani dopo l’acquisizione dei talebani.
Mujahid ha affermato che la guida per rimanere a casa sarebbe temporanea e consentirebbe al gruppo di trovare modi per garantire che le donne non siano “trattate in modo irrispettoso” o “Dio non voglia, ferite”. Ha ammesso che la misura era necessaria perché i soldati talebani “continuano a cambiare e non sono addestrati”.
“Siamo felici che entrino negli edifici, ma vogliamo assicurarci che non affrontino alcuna preoccupazione”, ha detto. “Pertanto, abbiamo chiesto loro di prendersi una pausa dal lavoro fino a quando la situazione non torna a un ordine normale e le procedure relative alle donne sono in atto, quindi possono tornare al loro lavoro una volta annunciato”.
L’ultimo al potere tra il 1996 e il 2001, il gruppo militante ha bandito le donne dal posto di lavoro, ha impedito loro di uscire di casa non accompagnate e le ha costrette a coprire l’intero corpo.
All’inizio di luglio, gli insorti sono entrati negli uffici della Azizi Bank nella città meridionale di Kandahar e hanno ordinato a nove donne che lavorano lì di andarsene.
Alle cassiere di banca è stato detto che i parenti maschi avrebbero preso il loro posto.
Tra le crescenti preoccupazioni della comunità internazionale, le Nazioni Unite hanno chiesto un'”indagine trasparente e tempestiva” sulle violazioni dei diritti umani “commesse da tutte le parti in conflitto” martedì, dopo una riunione di emergenza del Consiglio per i diritti umani.

Altre News

Articoli Correlati