Dati Covid in tempo Reale

All countries
199,098,259
Confermati
Updated on 2 August 2021 11:01
All countries
177,982,097
Ricoverati
Updated on 2 August 2021 11:01
All countries
4,242,952
Morti
Updated on 2 August 2021 11:01

Colleferro. Ragazzo aggredito “per vendetta”. Pm Velletri indaga per lesioni gravissime

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – I pm della procura di Velletri procedono per il reato di lesioni gravissime in relazione al pestaggio del 17enne avvenuto ieri a Colleferro, vicino a Roma, nello stesso paese della provincia di Roma dove è stato picchiato a morte quest’estate Willy Duarte Monteiro.

Per questa vicenda gli agenti del commissariato locale hanno proceduto all’arresto di due giovani. La vittima che si trova attualmente ricoverato in prognosi riservata all’ospedale San Giovanni di Roma,  ha riportato varie fratture alla mandibola, al naso e una lacerazione del labbro, si trova in ospedale e al momento la prognosi è riservata.

I due aggressori sono stati sottoposti al fermo di polizia giudiziaria e, secondo le indicazioni della Procura di Velletri, sono stati accompagnati in carcere.

Il 17enne è stato prima colpito con dei pugni al volto e poi, una volta caduto a terra e dopo aver sbattuto la testa, anche con un calcio sferrato da uno degli aggressori.

Subito dopo i responsabili sono fuggiti. Il giovane è stato soccorso dal 118 e trasportato all’ospedale di Colleferro, poi trasferito al San Giovanni di Roma. I poliziotti, anche grazie alle varie testimonianze, hanno individuato i due presunti aggressori, entrambi di Colleferro, un 19enne ed un 18enne e li hanno rintracciati poco dopo. Sono state effettuate le perquisizioni domiciliari che hanno portato al sequestro degli abiti indossati durante il pestaggio. In particolare, uno degli indagati stava lavando una maglia nella lavatrice. Sequestrati anche i cellulari in uso ai due ragazzi.

“Penso che ad aggredirmi erano più di due”, ha raccontato la vittima.   “In passato ho difeso un amico da una presa in giro” avrebbe aggiunto. Il pestaggio sarebbe stato una sorta di “vendetta” legata a quell’episodio. Il giovane di Segni e i due aggressori arrestati si conoscevano perché praticano la stessa arte marziale.

Altre News

Articoli Correlati