Dati Covid in tempo Reale

All countries
260,909,192
Confermati
Updated on 27 November 2021 05:59
All countries
233,937,537
Ricoverati
Updated on 27 November 2021 05:59
All countries
5,206,812
Morti
Updated on 27 November 2021 05:59

Crolla il petrolio americano. Al di sotto di $ 0 al barile. Non è mai successo prima

- Advertisement -

Agenpress – Il petrolio è così economico che i produttori pagano ai magazzinieri per togliersi i barili.

Il greggio americano è precipitato lunedì, scendendo da $ 0 a $ -1,43 – il livello più debole da quando il NYMEX ha aperto le negoziazioni di futures sul petrolio nel 1983.

- Advertisement -

Ciò segna un sorprendente declino di un giorno dalla chiusura di venerdì di $ 18,27 al barile.

Il crollo storico mostra che il mercato sta scommettendo che i tagli alla produzione dell’OPEC + annunciati all’inizio di questo mese non sono sufficienti per compensare la domanda senza precedenti causata dalla pandemia.

Parte del pungolo di lunedì è guidata dal fatto che il contratto a termine di maggio scade martedì, amplificando i timori per la mancanza di spazio di archiviazione.

- Advertisement -

Il contratto di giugno non sta vendendo quasi altrettanto, perdendo solo il 12,2% a $ 21,97 al barile

Il barile americano West Texas Intermediate (WTI) per la consegna a maggio, il cui ultimo giorno di negoziazione è martedì, è crollato di oltre il 70% a 5,48 dollari intorno alle 17:15 GMT dopo essere precipitato a 4,04 dollari. All’inizio dell’anno valeva ancora $ 60.

Da parte sua, il barile di Brent dal Mare del Nord, punto di riferimento europeo, è stato molto meno colpito, ha prodotto il 6%, a circa 26 dollari.

Secondo Craig Erlam, analista di Oanda, è stato “il più grande calo in un giorno” da quando la WTI è stata quotata nel marzo 1983.

Il mercato petrolifero è precipitato da settimane poiché le restrizioni ai viaggi in molti paesi e la paralisi di molte economie a causa della crisi del coronavirus hanno smorzato la domanda, soprattutto quando è arrivata una profonda recessione. annuncio nel mondo.

Dal lato dell’offerta, il mercato è stato inondato di petrolio a basso costo dopo che l’Arabia Saudita, un membro di spicco dell’Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (OPEC), ha lanciato una guerra dei prezzi con la Russia per ottenere quote massime. andatura.

I due paesi hanno posto fine alla disputa all’inizio del mese concordando, con altri paesi, di ridurre la loro produzione di quasi 10 milioni di barili al giorno per stimolare i mercati toccati dal virus.

In questo contesto di mercato “estremamente squilibrato”, tra la domanda in calo e un’offerta sovrabbondante, “le persone si affrettano a scaricare” i loro acquisti di petrolio, ha aggiunto Erlam. 

Tuttavia, il contratto WTI per la consegna in aprile scade il martedì alla chiusura e coloro che lo detengono devono effettivamente trovare acquirenti fisici il prima possibile. Ma le scorte che si sono già gonfiate enormemente negli Stati Uniti nelle ultime settimane, sono costrette a vendere i loro prezzi.

“È un po ‘fuorviante concentrarsi sul contratto di maggio”, ha dichiarato Matt Smith di ClipperData. “Ci sono molti altri scambi sul barile per la consegna a giugno”, che ha resistito meglio: stava scendendo dell’11% circa da lunedì a 22 dollari.

È vero, aggiunge Smith, che il prezzo di un barile di petrolio in alcune aree degli Stati Uniti come nel Wyoming, dove il petrolio è di bassa qualità, o in Canada, è diventato negativo “, il che significa che alcune persone stanno pagando per sbarazzarsi del loro petrolio “.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati