Dati Covid in tempo Reale

All countries
196,061,348
Confermati
Updated on 28 July 2021 10:54
All countries
176,015,054
Ricoverati
Updated on 28 July 2021 10:54
All countries
4,194,385
Morti
Updated on 28 July 2021 10:54

Csm. Verbale secretato Amara uscì dalla Procura di Milano già nel febbraio 2020

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – Un verbale segretato di Piero Amara, l’avvocato siciliano al centro di varie inchieste giudiziarie, sarebbe uscito dalla Procura di Milano già nel febbraio del 2020, ossia almeno un paio di mesi prima che il pm milanese Paolo Storari consegnasse quegli interrogatori all’allora consigliere del Csm Piercamillo Davigo come forma di ‘autotutela’ data, a suo dire, l’inerzia dei vertici della Procura a voler compiere accertamenti su quelle dichiarazioni. Il particolare, di cui dà conto il Corriere della Sera online, è stato confermato all’Ansa da fonti qualificate. A quanto si è appreso, sarebbe stato un altro degli indagati nell’inchiesta milanese sul ‘falso complotto Eni’, l’ex manager del gruppo Vincenzo Armanna, anche imputato nel processo milanese sul caso Eni-Nigeria finito con assoluzioni, a dire ai pm durante un suo interrogatorio di avere a disposizione quel verbale di Amara, che parlò anche di una presunta loggia segreta chiamata ‘Ungheria’. Armanna non sarebbe riuscito, però, a spiegare nei dettagli come era riuscito ad ottenerlo.

“Una vicenda inquietante, di copie di verbali della Procura della Repubblica di Milano indebitamente divulgati e diffusi in modo anonimo alla stampa, turba in queste ore la pubblica opinione e scuote i magistrati con interrogativi che pretendono risposte rapide ed esaurienti. Quei verbali contengono, secondo quanto si apprende dai giornali, pesanti e inaudite accuse nei confronti di vari esponenti delle Istituzioni e, tra queste, anche del Csm. Siamo di fronte ad una vicenda che rischia di recare grave danno alle Istituzioni in cui i singoli operano o hanno operato”,  sottolinea l’Anm. L’ Associazione nazionale magistrati- prosegue il comunicato della Giunta esecutiva del parlamentino delle toghe – “confida che presto saranno dissipate ombre e fugati sospetti e che l’Autorità giudiziaria ed il CSM,nell’ambito delle rispettive competenze, sapranno procedere in tempi rapidi all’accertamento dei fatti, fornendo risposte chiare ai gravi interrogativi che la vicenda pone”.

Altre News

Articoli Correlati