Grano. Turchia. Raggiunto l’accordo tra Mosca e Kiev per un centro di coordinamento ad Istanbul

- Advertisement -

AgenPressIn merito all’incontro tra le delegazioni militari dei ministeri della Difesa di Turchia, Russia e Ucraina e la delegazione delle Nazioni Unite (ONU), il ministro della Difesa nazionale Hulusi Akar ha dichiarato: “A seguito dell’incontro, svoltosi in modo positivo e costruttivo atmosfera, l’istituzione di un centro di coordinamento a Istanbul dove saranno presenti i rappresentanti di tutte le parti, l’uscita dal porto ed è stato concordato sulle questioni tecniche di base come i controlli congiunti nei punti di destinazione e garantire la sicurezza della navigazione sulle rotte di trasferimento”.

Ha affermato inoltre “che negli incontri tenuti con Russia e Ucraina per la soluzione della crisi del grano che colpisce il mondo intero, è stata sottolineata, tra l’altro, l’evacuazione di grano e altri generi alimentari dai porti ucraini, e il presidente Recep Tayyip Erdogan si è rivolto anche al presidente russo Vladimir Putin e il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy, il quale ha ricordato di aver portato questi temi all’ordine del giorno nei suoi incontri e ne ha espresso l’importanza”

- Advertisement -

“In questo contesto, si è svolto oggi un incontro tra le delegazioni militari dei ministeri della Difesa di Turchia, Russia e Ucraina e la delegazione delle Nazioni Unite, ospitata dal Ministero della Difesa Nazionale, nel Padiglione Kalender. Nell’incontro di oggi, che è un importante misure adottate per contribuire alla soluzione della crisi alimentare, cereali e altri generi alimentari Sono stati studiati tutti i dettagli relativi al trasferimento sicuro via mare di navi cariche.

“Sono state concordate questioni tecniche di base come l’istituzione di un centro di coordinamento a Istanbul in cui sarebbero presenti rappresentanti di tutte le parti, controlli congiunti all’uscita e ai punti di arrivo del porto e garantire la sicurezza della navigazione sulle rotte di trasferimento. Di conseguenza, anche per noi l’accordo sui principi di base ha un significato. Vediamo che le parti sono disposte a risolvere questo problema. Cercheremo di giungere a una conclusione realizzando ciò in coordinamento con l’ONU. In questo senso, si è convenuto che le delegazioni ucraina e russa dovrebbero incontrarsi nuovamente in Turchia la prossima settimana. In questo incontro, che terremo la prossima settimana, verranno rivisti tutti i dettagli e firmato il lavoro svolto”.

Affermando che la Turchia continuerà a fare la sua parte per la soluzione della crisi alimentare, che è un problema umanitario, nonché per i suoi contributi alla pace regionale e mondiale, Akar ha anche ringraziato le delegazioni di Russia, Ucraina e Nazioni Unite per il loro contributo all’evacuazione di cereali e generi alimentari.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati