Dati Covid in tempo Reale

All countries
232,211,896
Confermati
Updated on 25 September 2021 21:20
All countries
207,090,356
Ricoverati
Updated on 25 September 2021 21:20
All countries
4,755,989
Morti
Updated on 25 September 2021 21:20

Incidenti stradali: Aci, calano incidenti nel 2020 anche di -80%

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress. Secondo i dati ACI e Istat, il 2020, per via del lockdown, ha visto un crollo dell’incidentalità per alcuni mesi con punte fino a -80%.

“Purtroppo, il crollo degli incidenti nel 2020 è insufficiente, visto il lockdown. Anche nel 2019 il miglioramento rispetto al 2018 è stato troppo lieve, dai 172.553 incidenti con lesioni del 2018 ai 172.183 del 2019, con un calo dello 0,21%. Un po’ meglio il calo dei decessi, dai 3334 del 2018 ai 3173 del 2019, -4,83%, anche se va ricordato che nel 2018 ci fu la tragedia del Ponte Morandi che causò 43 vittime” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Se si vuole rafforzare la sicurezza, servono più pattuglie in strada, più multe per le infrazioni pericolose, più vigili e meno ausiliari della sosta. Invece con il blitz del Dl Semplificazioni si è andati nella direzione opposta, introducendo nuovi vigili di serie B (dipendenti comunali e quelli di società private che gestiscono la sosta di superficie a pagamento), che possono dare solo multe per divieto di sosta” conclude Dona.

I dati dell’associazione, che ha elaborato le statistiche Istat e Aci, dimostrano che si danno poche multe per le infrazioni pericolose, che producono più incidenti e troppe multe facili, come quelle per divieto di sosta e ztl che nei comuni sfiorano l’80%. Tra vigili e ausiliari, le multe per divieto di sosta (art. 157 e 158 Cds) sono pari al 20,3%, per le ztl (art. 7 Cds) sono il 58,57%, per un totale pari al 78,87%.

Per il mancato rispetto della precedenza (art. 145 Cds), invece, che produce il 13% degli incidenti totali, le sanzioni complessive, date da tutte le forze dell’ordine, sono pari ad appena lo 0,18%,  quelle per il mancato rispetto della distanza di sicurezza (art. 149 cds), che determina il 9% degli incidenti, sono lo 0,07%, per i sorpassi pericolosi (art. 148 Cds) lo 0,17%, per l’uso del cellulare (art. 173 Cds) lo 0,8%, per l’uso del casco lo 0,32%.

 

Altre News

Articoli Correlati