Maria Bianca Farina (Ania): siamo grandi investitori istituzionali sostenibili

- Advertisement -

AgenPress. Si è svolta in data 5 luglio 2022 l’Assemblea Ania con la partecipazione delle principali compagnie assicurative e stakeholder.

Per la Filiera Immobiliare era presente Paolo Crisafi, presidente di Remind.

- Advertisement -

Riguardo al comparto assicurativo la Presidente Farina ha precisato: “Nel 2021 i premi complessivi Vita e Danni hanno raggiunto 140 miliardi di euro, in aumento del 3,8%, tornando così al livello del 2019.

In particolare, i premi Vita, il risparmio che gli italiani ci affidano, hanno segnato un risultato di 106 miliardi, in crescita del 4,5%. Molto significativo è stato l’incremento dei prodotti multiramo, prodotti in grado di adattarsi al cambiamento degli scenari economico-finanziari, delle preferenze dei risparmiatori, delle aspettative dei clienti nel corso del tempo.

- Advertisement -

I premi Danni, con una raccolta di 34,1 miliardi, sono aumentati del 2%, per effetto di una ulteriore riduzione dei premi r.c. auto del 4,5% e di un apporto positivo, pari a quasi il 6%, degli altri rami Danni. Si conferma così una domanda di protezione in crescita, seppure ancora insufficiente per superare la situazione di sottoassicurazione che connota il nostro Paese.

Gli investimenti complessivi hanno sfiorato i 1.050 miliardi ed è proseguito il trend di diversificazione di portafoglio con l’incremento di asset alternativi.
Restiamo, dunque, grandi investitori istituzionali e orientati verso investimenti sostenibili di medio-lungo termine. In questa prospettiva si colloca il successo della nostra iniziativa di un Fondo per gli investimenti infrastrutturali, che di recente ha annunciato il final closing con una raccolta di 516 milioni, ben oltre il target iniziale”.

Riguardo al futuro Maria Bianca Farina ha fatto presente: ”Nei primi mesi del 2022 il settore sta dimostrando una significativa capacità di resilienza al peggioramento dello scenario economico; come ha recentemente osservato il Presidente dell’IVASS, non vi sono segnali di allarme. Il biennio 2022-23 presenta però molte incertezze per l’economia italiana e, quindi, per le Compagnie di Assicurazione. Il biennio 2022-23 presenta però molte incertezze per l’economia italiana e, quindi, per le Imprese assicuratrici”.

La presidente Maria Bianca Farina, rivolgendosi alle istituzioni, ha così concluso: “Chiediamo solo la definizione di regole chiare e stabili nel tempo, che rendano più efficace il nostro lavoro e consentano la costruzione di nuovi e più efficienti corridoi dove le nostre specificità possano incontrare i bisogni di cittadini, sistema produttivo, istituzioni. In una parola il Paese reale, lo Stato. Tanto più che, per citare John Stuart Mill, il valore di uno Stato è il valore degli individui che lo compongono”.

A margine dell’iniziativa Paolo Crisafi, presidente di Remind Filiera Immobiliare ha così’ commentato: “Le Assicurazioni sono motore trainante del Paese e l’analisi fatta dalla Presidente Maria Bianca Farina ha dato spunti e idee importanti per il futuro.

Le Assicurazioni sono parte integrante della Filiera Immobiliare nell’essere sia compagnie sia investitori sia proprietari sia gestori di patrimoni immobiliari.

In questa ottica bisogna portare avanti le proposte Ania nel contesto più ampio di sviluppo sostenibile per il benessere delle persone portato avanti da Remind”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati