Mosca. Putin blocca il nuovo sito di Novaya Gazeta con l’accusa di “aver screditato le forze armate russe”

- Advertisement -

AgenPress – L’agenzia statale russa di monitoraggio dei media ha bloccato il sito web della rivista Novaya rasskaz-gazeta con l’accusa di “aver screditato le forze armate russe.

Roskomnadzor ha bloccato il sito il 24 luglio su richiesta dell’ufficio del procuratore generale e non c’erano ulteriori spiegazioni.

- Advertisement -

Il 15 luglio, il suo staff ha lanciato una rivista cartacea che può essere vista online tramite un nuovo sito web chiamato ‘Novaya Rasskaz-Gazeta’. Questo primo numero conteneva in particolare un’analisi dell’ideologia di Vladimir Putin e dell’autoritarismo. Ma, una settimana dopo il suo lancio, il sito è stato bloccato. Oggi era inaccessibile in Russia senza una rete privata virtuale (Vpn). “Il nostro sito è stato ucciso subito dopo la sua nascita.

Novaya gazeta ha iniziato a pubblicare nel 1993 ed è stata una delle pubblicazioni più rispettate nella Russia post-sovietica. Il caporedattore del giornale, Dmitry Muratov, ha vinto il Premio Nobel per la Pace 2021.

Alcuni membri dello staff del giornale hanno lasciato la Russia dopo aver interrotto le pubblicazioni e lanciato il quotidiano Novaya gazeta.Europe. Roskomnadzor ha bloccato il suo sito web anche in Russia.

- Advertisement -

Poco dopo la massiccia invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio, che il Cremlino insiste nel chiamare “operazione militare speciale”, Mosca ha adottato rapidamente una legge che criminalizza la diffusione di informazioni “false” che “screditano le forze armate”. La legge è stata al centro di una massiccia repressione del dissenso sulla guerra in Russia.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati