Dati Covid in tempo Reale

All countries
242,728,110
Confermati
Updated on 20 October 2021 22:18
All countries
218,266,968
Ricoverati
Updated on 20 October 2021 22:18
All countries
4,936,168
Morti
Updated on 20 October 2021 22:18

Neonato abbandonato. A Ragusa esiste la “ruota”. Venti richieste di adozione

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – A Ragusa dal maggio 2016 esiste una “ruota” per accogliere i bambini abbandonati  realizzata dal Rotary Club di Vittori. Si trova nell’area limitrofa all’ospedale Guzzardi di Vittoria.

La madre che questa mattina ha gettato il proprio figlio nella spazzatura poteva utilizzarla. A sentire i gemiti del neonato  un passante che stava percorrendo quel tratto di strada. L’uomo ha sentito un lamento indistinto provenire da un contenitore della spazzatura, ha pensato alla presenza di un cucciolo ed ha aperto il mastello facendo la scoperta. All’interno, sopra i rifiuti, c’era un neonato, avvolto in una coperta e infilato dentro un sacchetto. Il bimbo è stato prelevato e trasportato nel reparto di neonatologia dell’ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa. le sue condizioni sono buone, ma, in via precauzionale, è stato posto in Terapia intensiva prenatale.

“Abbiamo voluto riprendere questa usanza che potrebbe salvare la vita di bambini. Chi ha abbandonato il piccolo Vittorio Fortunato, avrebbe potuto utilizzarla. Finora, non è mai stata usata”, spiega  Giuseppe Notararigo che, nel 2016, era presidente del Rotary Club.

La “ruota” garantisce l’assoluta privacy di chi dovesse decidere di lasciare il bambino. “E’ collegata all’appartamentino delle suore che prestano servizio nell’ospedale. – spiega – Al momento in cui la ruota viene aperta e poi richiusa, scatta un allarme collegato sia all’abitazione delle suore che al reparto di pediatria dell’ospedale. Noi speriamo che, se dovessero esserci altri casi come quello del piccolo Vittorio, qualcuno possa scegliere di lasciarlo in sicurezza”. Il piccolo Vittorio Fortunato, ancora ricoverato nel reparto di Terapia intensiva neonatale di Vittoria, sta bene. Quando è arrivato, mercoledì sera, alle 21, era in ipotermia. Era nato da pochissimo, non era stato allattato, non era stato legato il cordone ombelicale. L’arrivo provvidenziale di un passante gli ha salvato la vita.

Già venti famiglie ragusane hanno chiesto di poterlo prendere in affido. I medici e gli infermieri dell’ospedale hanno deciso di chiamare il bimbo Vittorio Fortunato.

Altre News

Articoli Correlati