Dati Covid in tempo Reale

All countries
198,038,791
Confermati
Updated on 31 July 2021 07:59
All countries
177,211,811
Ricoverati
Updated on 31 July 2021 07:59
All countries
4,224,466
Morti
Updated on 31 July 2021 07:59

Primo weekend di F1 ed è subito lotta accesa

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress. Domenica 28 Marzo si è tenuto in Bahrain il primo Gran Premio di F1 della stagione 2021. Durante le tre sessioni di prove libere, che quest’anno hanno tutte la durata di 1 ora, Max Verstappen si era dimostrato in una forma strepitosa, affermandosi al comando in tutte e tre le sessioni, aveva anche mostrato un ottimo passo gara e un giro secco a dir poco spettacolare

Le Mercedes sono apparse leggermente in difficoltà durante le prime sessioni, soprattutto con Valteri Bottas, che ha definito la vettura addirittura inguidabile, confermando quanto visto ai test di preseason di qualche giorno prima.

Nella lotta per la terza posizione nel mondiale costruttori immaginavamo una lotta Ferrari-McLaren-Alpine-Aston Martin, ma così non è stato, infatti durante le libere, la nuova entrata Aston Martin si è confermata in seria difficoltà soprattutto con Sebastian Vettel, che non si è trovato ancora a suo agio in questa nuova monoposto; Alpine a differenza di quanto pronosticato ha faticato e non poco, anche qui un altro “rookie” Fernando Alonso ha davvero avuto grosse difficoltà, non riuscendo a posizionarsi oltre il 15° posto.

Molto bene Ferrari e McLaren che hanno confermato le aspettative e si sono dimostrate davvero performanti, la scuderia italiana ha dimostrato di aver recuperato molti cavalli nel motore rispetto alla versione 2020, mentre la casa britannica si è resa addirittura protagonista di un terzo e secondo posto con Lando Norris che è apparso in formissima.

Passando al Sabato pomeriggio, le qualifiche sono state semplicemente sorprendenti. Sin da subito abbiamo avuto delle sorprese con l’uscita in Q1 di Sebastian Vettel (18°) e Esteban Ocon (16°).

Nel Q2 sono apparse molto in forma le Ferrari, riuscendo entrambe a passare il taglio con un buon tempo, mentre molto deludenti Perez, che ha voluto rischiare il secondo tentativo con la gomma gialla che non gli ha permesso però di qualificarsi per il round seguente, e Yuki Tsunoda, apparso molto in forma durante tutte le sessioni precedenti, ma che come Perez non è riuscito a passare il taglio con la gomma media.

Nel Q3, Max Verstappen si è confermato “on fire” andando a strappare la pole position a Lewis Hamilton nell’ultimo giro della qualifica, terzo Bottas, molto deluso a quasi 6 decimi dal tempo di Verstappen. Hanno completato la griglia Leclerc, con un giro spaziale, Pierre Gasly, proseguendo il buon finale di stagione dell’anno scorso, Daniel Ricciardo, che si è messo davanti al compagno Norris, Sainz, solo ottavo, con un errore nel primo settore del secondo tentativo del Q3, e Alonso e Stroll che hanno chiuso la griglia delle prime dieci posizioni della qualifica.

Domenica, ore 17 italiane (18 locali), inizia la prima gara della stagione 2021 di FormulaUno.

Nel giro di formazione subito sorprese, con Sergio Pérez che, come accaduto a Sainz il giorno precedente, ha un allarme sul display del volante che lo costringe a spegnere il motore; dopo un paio di suggerimenti arrivati dal muretto RedBull, riesce però a far ripartire la sua monoposto, e a tornare in Pit Lane, da dove inizierà poi la sua gara.

Si parte, primo giro e immediatamente abbiamo un incidente con Mazepin, della Haas, che per non toccare Mick Schumacher, suo compagno di scuderia, perde il controllo della monoposto e finisce in testacoda. Là davanti Leclerc riesce a passare Bottas mettendosi in terza posizione, che perderà poi subito dopo la Safety Car, entrata per l’incidente di Mazepin.

Durante la gara si sono susseguiti moltissimi colpi di scena, con Perez che dopo una rimonta stratosferica, a cui ormai ci ha abituato, riesce addirittura a concludere quinto davanti a Leclerc. Alonso è stato costretto a ritirarsi, causa problemi ai freni posteriori, dopo una bellissima battaglia corpo a corpo con Tsunoda e Raikkonen. Gasly anche lui costretto ad una gara di sofferenza, causa perdita dell’ala anteriore durante i primi giri dopo un contatto con Ricciardo.

Ma il vero clou della gara è arrivato solo nei giri finali, quando Max Verstappen, dopo aver montato gomme le gomme hard nuove, è andato a caccia di Lewis Hamilton, recuperandogli quasi 9”, e arrivando a giocarsela negli ultimi giri, dove è riuscito a superare l’inglese ma andando troppo largo in curva 4, ed è stato costretto a cedere nuovamente la posizione per evitare di subire una penalità dai commissari di gara. L’olandese ha poi tentato nuovamente di sorpassare il sette volte campione del mondo, non riuscendo però a compiere l’impresa.

Si è concluso così il primo Gran Premio di F1 della stagione, che ha visto vincitore Lewis Hamilton, con la sua W12, seguito da Max verstappen e ha completare il podio Valteri Bottas, che ha ottenuto anche il giro più veloce.

Tra gli altri molto bene Lando Norris, che ottiene il 4° posto, Sergio Pérez, arrivato 5° partendo dalla Pit Lane, Charles Leclerc 6°, a completare i primi 10 posti abbiamo in ordine Daniel Ricciardo, Carlos Sainz, Yuki Tsunoda, che ottiene i suoi primi punti da pilota di F1, e infine Lance Stroll.

Molto deludenti Sebastian Vettel, che ha causato anche un incidente con Esteban Ocon; Mazepin, che al suo debutto esce alla prima curva, e infine Valteri Bottas, che con la stessa macchina di Lewis Hamilton, arriva a 37” dal compagno di squadra (complice però il Pitstop, negli ultimi giri per ottenere il giro veloce).

Ora ci attende il Gran Premio dell’Emilia Romagna, ad Imola, con la gara programmata per Domenica 18 Aprile, dal quale ci aspettiamo una bella lotta al vertice, ma anche nelle posizioni per il podio, i bookmakers hanno già rivisto le quote dopo il Bahrain. E voi, cosa vi aspettate dal prosieguo della stagione?

Altre News

Articoli Correlati