Roma, Piazza San Silvestro, Veronesi dirige Marcia Funebre di Beethoven per 2 popoli e 2 Stati

- Advertisement -

LUNEDÌ 17 MAGGIO ORE 12.00 PIAZZA SAN SILVESTRO – Roma


Agenpress. Alberto Veronesi, noto direttore d’orchestra, organizza un concerto a Piazza San Silvestro a Roma, con la marcia funebre della Terza Sinfonia di Beethoven, con membri della sua orchestra, esattamente a metà strada tra la sede del Partito Democratico e la sede del Governo.

- Advertisement -

“Abbiamo scelto questa sede per dimostrare contro l’atteggiamento del nostro governo e dei partiti che lo sostengono, che si sono inchinati supinamente allo status quo, andando in soccorso del più forte, stringendosi attorno a chi, in Israele, al pari ed esattamente come Hamas, opera per l’aumento della tensione  nell’area, e svolge una politica dichiarata di persecuzione e di apartheid verso milioni di cittadini arabi in Palestina”.

“Da musicista, da artista e inoltre da ebreo, che ha lavorato molto in Israele, che ha avuto la madre sfuggita ai campi di sterminio nazisti, e che ha avuto parenti tra i fondatori dello Stato di Israele, non posso sopportare di sapere  Gaza e Israele che bruciano, non posso vedere questo sfacelo, politico, umanitario, sociale che si é abbattuto su una terra che amo”.

Il maestro Alberto Veronesi, che ha chiesto un incontro con il Partito Democratico, continua:

- Advertisement -

“Voglio chiedere una cosa semplice, il partito democratico alzi la voce, il governo italiano deve chiedere all’Europa di imporre sanzioni ad Israele finché questo non riconoscerà il principio di due popoli, due stati, due capitali, Tel Aviv e Gerusalemme, secondo quelli che sono stati gli accordi di pace del 1967.

“È veramente ridicolo che in Europa si contesti l’atteggiamento di un Al Sisi, di un Orban, di un Erdogan, quando Netanyahu si comporta esattamente con lo stesso dispregio dei diritti umani contro una popolazione inerme, un milione settecentomila persone rinchiuse a Gaza in una striscia di 350 km quadrati, senza acqua potabile e con la corrente elettrica contingentata”.

“Ed é veramente vergognoso che, insieme alla peggiore destra,  la sindaca Raggi e il Movimento cinque stelle, con una posizione ambigua anche del partito democratico, si siano uniti in una manifestazione a favore di una politica autoritaria, quella di Netanyahu, che compie una strategia della tensione provocando una guerra per scampare ai suoi processi e al fallimento dichiarato di formare un governo”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati