Dati Covid in tempo Reale

All countries
233,099,451
Confermati
Updated on 28 September 2021 04:24
All countries
208,111,983
Ricoverati
Updated on 28 September 2021 04:24
All countries
4,769,820
Morti
Updated on 28 September 2021 04:24

Tragedia ad Ardea (RM). Uccide un anziano e due fratelli di 5 e 10 anni e poi si suicida

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – Un anziano, l’84enne Salvatore Ranieri, e due fratellini di 5 e 10 anni, David e Daniel Fusinato, anni sono stati uccisi in una sparatoria nel Consorzio Colle Romito ad Ardea, vicino a Roma. I soccorritori hanno a lungo tentato di salvare i due bambini, le cui condizioni erano apparse fin da subito gravissime. Ad aprire il fuoco è stato Andrea Pignani, 35 anni, che dopo la sparatoria si è barricato in casa per ore e alla fine si è suicidato.

A me per un po’ di droga mi tengono ai domiciliari e questo con la pistola nessuno lo controllava, guardate cosa ha fatto”, avrebbe urlato, secondo vari testimoni oculari, il padre dei due bambini uccisi  mentre cercava di soccorrerli nell’area verde vicino alle villette dove è avvenuta la strage. Una squadra dell’elisoccorso del 118 è intervenuta sul posto, ma non ha potuto salvare i due bimbi.

 “Ho visto l’elicottero del 118 e con mio padre sono subito andato al parchetto per vedere cosa fosse successo. C’erano già i soccorsi e i carabinieri. Un uomo anziano a terra, con un buco in testa, già morto, e la bicicletta vicino. Secondo me gli ha sparato a bruciapelo. Anche i bambini, molto piccoli, erano a terra con sangue sul petto, addosso. Il padre si disperava, diceva che non avevano battiti”. È la testimonianza di Francesco Rizzo, 31 anni, che da 5 anni abita nel comprensorio di Colle Romito ad Ardea. “Anche i bambini avevano le bici vicino a loro – racconta -. In cinque anni che sto qui non era mai successo nulla”, conclude Rizzo.

 “Il primo a non farcela è stato il più piccolo, poi purtroppo è mancato anche il secondo bambino. Gli operatori intervenuti sul posto hanno impiegato tutti gli sforzi possibili per salvare le vittime con ripetuti tentativi di rianimazione, ma la situazione è apparsa fin da subito compromessa”,  ha detto l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “Sono profondamente scosso per l’accaduto ed esprimo tutto il mio rammarico e le più sentite condoglianze ai familiari e all’intera comunità di Ardea che oggi vive un terribile lutto per questa tragedia”.

Altre News

Articoli Correlati