Via Crucis. Ambasciata ucraina contro decisione di far portare la croce a famiglia ucraina e russa insieme

- Advertisement -

AgenPress –  L’Ambasciata ucraina presso la Santa Sede contesta la decisione vaticana di far portare insieme la croce a una famiglia ucraina e una russa alla Via Crucis del Venerdì Santo al Colosseo, presieduta dal Papa.

“L’Ambasciata ucraina presso la Santa Sede – twitta l’ambasciatore Andrii Yurash – capisce e condivide la preoccupazione generale in Ucraina e in molte altre comunità sull’idea di mettere insieme le donne ucraine e russe nel portare la Croce durante la Via Crucis di venerdì al Colosseo”. “Ora stiamo lavorando sulla questione cercando di spiegare le difficoltà della sua realizzazione e le possibili conseguenze”.

- Advertisement -

Papa Francesco aveva comunicato che una famiglia russa ed una famiglia ucraina, insieme, porteranno la croce e faranno le meditazioni della tredicesima stazione della Via Crucis.

La tredicesima stazione è considerata una delle più strazianti del percorso: rappresenta il momento in cui Cristo è deposto dalla Croce  ed il suo corpo viene riconsegnato alla Madonna.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati