Visita Pelosi a Taiwan. Pechino promette gravi conseguenze. L’esercito cinese adotterà misure forti

- Advertisement -

AgenPress –  della portavoce della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti Nancy Pelosi per un viaggio a Taiwan ha fatto infuriare la Cina e lasciato alla Casa Bianca un grave mal di testa geopolitico. Quanto è grande questo problema?

La Cina ha avvertito di “gravi conseguenze” se la signora Pelosi dovesse procedere con la sua visita.

- Advertisement -

Seconda in linea alla presidenza, Pelosi sarebbe il politico statunitense di grado più alto a recarsi sull’isola dal 1997.

Ciò irrita la Cina, che vede Taiwan autogovernata come una provincia separatista che deve diventare parte del paese. Pechino non ha escluso il possibile uso della forza per raggiungere questo obiettivo.

Secondo quanto riferito, anche l’amministrazione Biden ha cercato di dissuadere il Democratico della California dall’andare.

- Advertisement -

La scorsa settimana, il presidente Joe Biden ha detto ai giornalisti che “l’esercito pensa che non sia una buona idea”, ma la sua Casa Bianca ha definito la retorica cinese contro qualsiasi viaggio del genere “chiaramente inutile e non necessario”.

Il dipartimento di stato afferma che  Pelosi non ha annunciato alcun viaggio e l’approccio degli Stati Uniti a Taiwan rimane invariato.

Sebbene gli Stati Uniti mantengano quella che viene definita una “relazione solida e non ufficiale” con Taiwan, hanno legami diplomatici formali con la Cina e non con Taiwan.

C’è un forte sostegno bipartisan per Taiwan tra l’opinione pubblica americana e nel Congresso degli Stati Uniti.

E nel corso di una carriera congressuale durata 35 anni, il presidente Pelosi è stato un critico vocale della Cina.

Ha denunciato il suo primato sui diritti umani, ha incontrato dissidenti pro-democrazia e ha anche visitato piazza Tienanmen per commemorare le vittime del massacro del 1989.

 Pelosi avrebbe dovuto  visitare Taiwan ad aprile, ma è stato posticipato dopo che è risultata positiva al Covid-19.

Ha rifiutato di discutere i dettagli del viaggio, ma la scorsa settimana ha affermato che era “importante per noi mostrare sostegno a Taiwan”.

Pechino vede Taiwan come il suo territorio e ha ripetutamente sollevato lo spettro di annetterlo con la forza, se necessario.

I funzionari cinesi hanno espresso rabbia per quello che considerano un crescente impegno diplomatico tra Taipei e Washington. Ciò include una visita a sorpresa sull’isola da parte di sei legislatori statunitensi ad aprile.

Lunedì, il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian ha avvertito che il suo Paese avrebbe adottato “misure ferme e risolute” se la signora Pelosi avesse proseguito la sua visita. “E gli Stati Uniti saranno responsabili di tutte le gravi conseguenze”.

Un portavoce del ministero della Difesa cinese sembrava suggerire che potrebbe esserci anche una risposta militare.

“Se la parte statunitense insiste per andare avanti, l’esercito cinese non resterà mai inattivo e adotterà misure forti per contrastare qualsiasi interferenza esterna e tentativi separatisti di ‘indipendenza di Taiwan'”, ha detto al China Daily il colonnello Tan Kefei.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati