L’ opinione di Roberto Napoletano. In campo gli uomini di guerra

367
Roberto Napoletano Direttore del Quotidiano del Sud e l'Altravoce dell'Italia

Salvare l’Italia, il Paese ha bisogno di una scossa. La scelta è tra morire subito e fare più debito. L’Europa ha meno debiti dell’America ma è politicamente divisa. Per questo nel frattempo l’Italia deve approvvigionarsi sul mercato per finanziare un piano di lavoro vero. Può farlo solo chiamando a raccolta uomini che hanno credito internazionale come Messina, Cattaneo, Scannapieco e sanno dove mettere le chiavi per fare ripartire la macchina

Agenpress – Tra morire subito e fare più debito non credo che ci sia una sola persona di buon senso che possa scegliere la prima ipotesi. Tutti nel mondo avranno più debito, ma quel- li che si salveranno sono i Paesi che ne faranno di più, prima de- gli altri. Questo deve fare l’Italia. Ovviamente per un piano di lavoro vero con uomini del fare che rompono gli schemi del passato.

Chi fino a ieri sfidando il ridicolo, in casa e fuori, parlava di previsioni del Pil italiano tra stagnazione e piccola recessione, comincia a confrontarsi con numeri di caduta significativi che restano, però, incomparabilmente distanti dalla realtà che è il conto della Grande Depressione mondiale. Diciamoci le cose come stanno. Le imprese americane sono alla canna del gas, lottano contro una crisi di liquidità pazzesca.

Quelle che hanno un rating più alto sono riuscite a finanziarsi sul mercato, le altre più indebitate non ce la fanno nonostante gli interventi-monstre della Federal Reserve. Sono tenute artificialmente in vita. C’è un parametro che de- termina il livello di stress sull’interbancario (si chiama libor/ois), a febbraio in America si fermava a 20 punti base oggi quota la paura a 130. Basta questo per capire con quale mostro sta facendo i conti Trump. Tutti cercano dollari. Le imprese cercano dollari.

Le banche cercano dollari. Se non è ancora saltato tutto è perché politicamente gli Stati Uniti esistono, pompano liquidità e fanno debito all’infinito. Mettono sull’unghia 2200 miliardi di dollari.

Per leggere la versione integrale dell’editoriale del direttore Roberto Napoletano clicca qui:

https://www.quotidianodelsud.it/laltravocedellitalia/editoriali/economia/2020/04/01/leditoriale-di-roberto-napoletano-laltravoce-dellitalia-in-campo-gli-uomini-di-guerra