De Luise (Confesercenti): “I ristori non possono essere più quelli messi in campo in fase emergenziale”

99

AgenPress. “O diamo l’opportunità alle imprese di lavorare o interveniamo sui ristori, che non possono essere più quelli che sono stati messi in campo in fase emergenziale. Le chiusure si protraggono per troppo tempo e c’è bisogno di ‘ristorare’ le imprese rispetto alle perdite che hanno avuto nel 2020 sul 2019”, le parole della presidente De Luise.

“E poi – spiega la presidente di Confesercenti – dobbiamo intervenire sui costi fissi delle imprese come utenze e affitti che non possono essere esonerati. Le imprese sono chiuse temporaneamente: non possiamo dare disdetta a luce, utenze e affitti ma dobbiamo continuare a pagare questi costi. Le piccole e medie imprese sono importanti per la realtà dei nostri quartieri, per la società in cui tutti noi viviamo”.