Dati Covid in tempo Reale

All countries
198,666,349
Confermati
Updated on 1 August 2021 11:01
All countries
177,658,843
Ricoverati
Updated on 1 August 2021 11:01
All countries
4,235,956
Morti
Updated on 1 August 2021 11:01

Intervista a Gianmaria Feleppa – CEO e fondatore di UCapital24

- Advertisement -
- Advertisement -

Agenpress. Cosa vi differenzia dagli altri social network?

UCapital24 è il primo social network economico-finanziario in cui i tool del social network sono integrati con il mondo dei mercati finanziari: prezzi in tempo reale, analisi dei mercati, connessione diretta con tutti i broker ma anche tool che consentono alle aziende, ai manager e agli advisor di poter analizzare il mondo del venture capital, scegliere su quali titoli investire, capire con i dati macroeconomici qual è lo stato di salute di un paese, poter interagire con altre aziende. Insomma UCapital24 ti fornisce tutti quegli elementi necessari per effettuare decisioni di investimento: in questo senso parliamo di tool fintech e questa è un’innovazione, non perché questi strumenti li abbiamo inventati noi ma perché abbiamo inserito e aggregato tutte queste tecnologie già esistenti all’interno di un unico ecosistema. A tutto ciò abbiamo aggiunto un’altra componente, quella delle notizie. Le più importanti notizie riguardanti il mondo dell’economia e della finanza vengono aggregate in tempo reale sulla piattaforma e gli utenti ne possono usufruire gratuitamente. In una sezione apposita è possibile inoltre visionare le televisioni finanziarie più importanti. UCapital24 in questo senso possiamo dire tranquillamente sia un unicum. In sintesi: UC24 è un social network aggregato con una componente fintech economica finanziaria che comprende dati, analisi, strumenti operativi e news in tempo reale.

Qual è il tipo di utente che pensate sia interessato a UC24?

L’utenza di UC24 comprende chiunque sia interessato al mondo economico-finanziario, dallo studente universitario al manager, dalla società all’investitore, dall’operatore al risparmiatore. In questa prima fase il nostro focus è sicuramente quello dei mercati finanziari: chi entra oggi sulla piattaforma vuole per lo più sfruttare i tool relativi al trading online, ma la nostra intenzione è quello di coinvolgere un pubblico di massa.

Quali sono le prime funzionalità che posso usare se non sono un esperto?

Anzitutto tutte le funzioni classiche del social network: interazioni con gli altri utenti, creazione di un profilo, una dashboard, sistema di messaggistica istantanea, e in più, gratuitamente e da subito, si possono vedere i prezzi di borsa in tempo reale, avere analisi e informazioni su qualunque strumento finanziario, accedere ad un Roboadvisor (che permette di ottenere una selezione automatizzata giornaliera degli strumenti finanziari da acquistare e da vendere, divisi per categorie ndr), usufruire di analisi macroeconomiche, news in tempo reale e accedere alle televisioni. Poi ci sono le funzioni Premium, che sono a pagamento: per ogni singola categoria e attività esistono dei contenuti più profondi, per esempio analisi più dettagliate – di cui è possibile usufruire a prezzi competitivi e accessibili per chiunque. V’è poi un’altra possibilità: aprire un conto con uno dei broker collegati alla piattaforma. In questo modo l’utente può usufruire dei servizi Premium gratuitamente: sarà il broker a condividere con noi le commissioni relative alla attività poste in essere con l’utente. Un meccanismo che estenderemo a banche, assicurazioni, carte di credito.

Ad oggi com’è la situazione a livello di utenti in Italia e nel mondo?

Il giorno della quotazione – lo scorso 19 novembre – volevamo dare un messaggio chiaro al mercato, per questo abbiamo deciso di lanciare proprio in quella occasione il nostro sito, che fino a quel momento è stato online solo in versione beta, una versione sia a livello grafico che di funzioni limitata con cui però abbiamo voluto testare un po’ il mercato. Siamo arrivati a oltre 50.000 utenti nell’arco di 4 mesi in tutto il mondo, di cui solo 3.000 italiani, senza alcuna campagna di marketing. Per il momento abbiamo riscontrato un forte interesse soprattutto in Nord Europa, Middle East e anche alcune zone dell’Africa. Il dato che ci ha stupito in questi mesi, inoltre, è che si sono registrati moltissimi utenti americani e canadesi; questo ci ha portato a cambiare il nostro piano industriale: all’inizio prevedeva l’apertura di una sede operativa negli USA a fine 2020, mentre stiamo anticipando i tempi e apriremo molto probabilmente entro la prima metà dell’anno.

Dove avete sedi?

Milano e Londra, in centro. A breve la versione web del sito funzionerà a pieno regime e a seguire lanceremo la versione mobile e l’app. Da quel momento partiranno ufficialmente le campagne di web marketing con l’obiettivo di arrivare come da piano industriale nel giro di due anni a 700.000 utenti.

Come è nata l’idea?

Io nasco come operatore finanziario e l’idea di UCapital24 nasce dalla mia esperienza sui mercati in un periodo tra l’altro molto particolare: negli ultimi 3 anni sono cambiate tutte le dinamiche commerciali e tecniche del mercato finanziario. C’è stato un cambio epocale molto forte: penso alle esigenze che hanno oggi gli operatori per acquisire nuova clientela e le esigenze della clientela e soprattutto degli investitori, sono molto diverse rispetto a quelle del passato e questo in gran parte è dovuto al ruolo preponderante che ha assunto la tecnologia. Il secondo pilastro su cui si fonda l’idea di UCapital24 è che paradossalmente il mondo finanziario è stato l’ultimo a sfruttare le potenzialità dell’economia digitale e per molti versi ancora non lo fa, essendo rimasto ancorato ai vecchi sistemi. La nostra idea si basa sull’esigenza di mettere a disposizione di un pubblico ampio una serie di strumenti tecnici e far in modo si apra un dialogo tra il mondo dei professionisti e il mondo retail.  Per far questo quale mezzo più potente di un social network? La nostra idea all’inizio era di creare una piattaforma dedicata esclusivamente al mondo finanziario. Con il passare del tempo però ci siamo detti poi: perché non creare un social network per tutti, dove chiunque possa interagire: manager, broker, istituzioni, aziende, studenti etc.? Abbiamo quindi pensato di estendere il concetto del social all’economia oltre che al mondo finanziario, inserendo tutto ciò che riguarda dati macroeconomici, previsioni, informazioni sulle società quotate, piattaforme televisive. Abbiamo cercato di creare un prodotto completo, un social network in cui le persone interessate al mondo economico-finanziario possano avere a disposizione tutte le informazioni di interesse per studiare, operare sui mercati, analizzare opportunità di investimenti, interagire con potenziali clienti e fornitori o semplicemente essere informati in tempo reale con le ultime news.

Altre News

Articoli Correlati