M5S. Di Maio verso le dimissioni. Paragone: “si dimette prima delle regionali”

301

Agenpress – Luigi Di Maio ha convocato mercoledì, alle 10, i ministri e i viceministri M5S. Benché il leader grillino sia solito vedere la squadra di governo pentastellata per fare il punto sul lavoro da portare avanti. Ma fonti riferiscono  di un passo indietro di Di Maio da capo politico del Movimento.

Le indiscrezioni su sue possibili dimissioni si sono rincorse per tutta la giornata. Fonti qualificate del Movimento danno per imminente la decisione. La reggenza, da statuto, passerebbe nelle mani del componente più anziano del Comitato di garanzia: il viceministro all’Interno Vito Crimi.
Una decisione che verrebbe assunta, in questo caso, prima delle elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria di domenica, benché lo staff di Di Maio liquidi il tutto come indiscrezioni non corrispondenti al vero.

Tra le ipotesi che circolano in Transatlantico c’è anche quella che Di Maio possa decidere di arrivare agli Stati generali di marzo come “dimissionario” mantenendo fino all’assise M5s il suo ruolo di reggente.

Si dimette prima delle regionali. Dicono” scrive su Facebook il senatore Gianluigi Paragone con un riferimento implicito al possibile passo indietro di Luigi Di Maio come capo politico.