Fase 3, Librandi (IV): Ponte Genova non sia caso “eccezionale”, diventi normalità

Serve sbloccare opere pubbliche e cantieri

301

AgenPress. “Abbiamo avuto un grande esempio con la realizzazione del ponte in soli 22 mesi, ma non deve essere un caso “eccezionale”, deve diventare la normalità, è finita l’epoca delle dirette Facebook, è arrivato il momento di agire, non solo di proporre ma di prendere delle decisioni.

Ci sono 120 miliardi per le opere pubbliche, ma sono bloccati così come tutti cantieri, serve far partire il piano shock, e su questo dovremmo essere tutti d’accordo, per il bene del Italia, degli italiani e dimostrare all’Europa la tenacia del nostro Paese nel ripartire dopo la tempesta.”

Lo dichiara l’On. Gianfranco Librandi (Italia Viva).