Ponte Genova. Carfagna. “Non sia eccezione, ma esempio da replicare”

616

AgenPress – “L’inaugurazione del nuovo ponte di Genova è un grande risultato per il nostro Paese. Non voglio chiamarlo miracolo, prima di tutto per il rispetto dovuto alle 43 vittime del crollo di due anni fa. Il ricordo di quella tragedia resterà sempre vivo in tutti noi e mai dovremo far mancare la nostra vicinanza alle famiglie e a tutti i cittadini genovesi. Ma dobbiamo anche imparare a credere che realizzare in breve tempo le opere pubbliche non deve essere un’eccezione. L’Italia, i suoi tecnici, le sue imprese, i suoi lavoratori hanno tutte le potenzialità per riuscirci. Il vero miracolo sarà quando non dovremo più attendere una tragedia per costruire rapidamente le opere pubbliche che servono al Paese”. Lo afferma Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia.

“Lo Stato deve imparare ad avere più fiducia nelle aziende private, lavorare al loro fianco per aiutarle e verificarne il lavoro, non per ostacolarle con procedure e vincoli superflui. Non pensiamo che a Genova abbiano agito al di fuori delle regole, trasparenza e controlli ci sono stati sempre”, ricorda la presidente di ‘Voce libera’.

“In questo senso il ‘modello Genova’ si può replicare nei prossimi anni per le tante opere di cui abbiamo bisogno e per le quali potremo anche utilizzare le risorse provenienti dall’Unione Europea. Possiamo affrontare il presente tenendo lo sguardo sul futuro, semplificare e migliorare la nostra burocrazia per sempre, non solo per qualche mese come fa il governo. Su questo possiamo lavorare tutti insieme”, conclude Carfagna.