Santillo (M5S): “Governo ha anticipato i fondi alle Regioni per organizzare al meglio il trasporto pubblico locale”

74

AgenPress. Agostino Santillo, capogruppo M5S in commissione Lavori Pubblici e Trasporti al Senato, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus.

Sui problemi legati al trasporto pubblico. “Il fatto che la mobilità locale sia la principale causa delle infezioni in ambito scolastico mi pare evidente –ha affermato Santillo-. Si pensa di potenziare il tpl, aumentando il numero dei mezzi. Stiamo sovvenzionando le regioni per questo, dato che il trasporto pubblico è di competenza regionale. All’inizio dell’anno è stato dato alle regioni l’anticipo di quasi tutta la somma inerente al 2021 per quanto riguarda il tpl, proprio per far sì che potessero organizzarsi al meglio.

Quello che chiediamo è come mai se le persone che usufruiscono dei mezzi diminuiscono, diminuiscono anche le corse. Le corse non dovrebbero diminuire proprio per far sì che ci sia un maggiore distanziamento. Adesso si stanno mettendo altre somme nella legge di bilancio per bus e scuolabus. Il controllo non può essere nazionale, gli enti locali devono intensificare il personale che fa i controlli sui mezzi se si va oltre la capienza. Per il 7 gennaio bisogna attrezzarsi per dare maggiori possibilità ai ragazzi di spostarsi. Si potrebbe ricorrere ai bus turistici, cercando particolari convenzioni.

La ministra De Micheli sta concretizzando questa proposta. Ritengo che ci sia un problema di dialettica tra governo e regioni. Molte volte le convenzioni esistono, ma non vengono rispettate. Lì molto deve fare il controllo locale, ma soprattutto la denuncia nei confronti di chi si è impegnato a garantire un servizio e non l’ha fatto”.