Germania. Scholtz: Putin spera che si fermerà l’aiuto all’Ucraina. Invece deve essere aumentato, soprattutto da parte dell’UE

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – “Noi vogliamo la pace. Gli ucraini vogliono la pace soprattutto. Perché ciò accada, è necessaria soprattutto una cosa: un chiaro messaggio al presidente russo che non deve aspettarsi che il nostro sostegno europeo, ma anche americano, all’Ucraina diminuisca”.

Lo ha affermato il cancelliere tedesco Olaf Scholz al congresso del suo partito socialdemocratico.

Il Cancelliere è convinto che Putin speri che avvenga qualche miracolo e che i suoi partner lascino in pace l’Ucraina, motivo per cui sta spendendo così tante vite umane e investendo così tanto in una guerra di aggressione orribile e del tutto insensata.

“Se il nostro messaggio che possiamo ‘aspettare’ è sbagliato, allora la pace arriverà prima di quanto possiamo sperare oggi”.

Dato il dibattito in corso negli Stati Uniti sul sostegno all’Ucraina, il politico ha affermato che “siamo in un momento molto cruciale”. In Europa molti paesi hanno annunciato aiuti militari, ma non sono sufficienti. La Germania ha stanziato più di 7 miliardi di euro per il sostegno militare nel suo bilancio per quest’anno. “Si tratta di un sacco di soldi, ma allo stesso tempo rappresentano più della metà di quello che fanno insieme gli altri paesi europei”, ha detto il Primo Ministro Scholz ha ricordato di aver invitato i suoi colleghi europei ad aumentare ed espandere i loro contributi. Secondo lui non dovrebbe essere la Germania a farsi carico dell’intero onere, soprattutto se gli Stati Uniti non riescono ad approvare rapidamente la legge in materia.

“Siamo al fianco dell’Ucraina”, ha assicurato il cancelliere. Ha aggiunto che la Germania lo sta facendo in coordinamento con partner e alleati, poiché ritiene sbagliato agire da sola.

La brutta guerra della Russia è una grande sfida per il mondo intero ma soprattutto per l’Europa, dove il paese più grande del continente per territorio ha attaccato il secondo paese più grande per assorbirlo tutto o almeno una parte, ha detto Scholz. Ha sottolineato l’inammissibilità del diritto dei forti di modificare i confini con la forza e di fare ciò che vogliono, indipendentemente dal diritto internazionale.

Scholz ha sottolineato che attualmente i populisti di destra e di sinistra perseguono politiche antieuropee. Questi partiti stanno crescendo in molti paesi europei, compresa la Germania. 

“I nazionalisti agiscono contro gli interessi nazionali”, ha sottolineato il Cancelliere. Ha assicurato che il più grande interesse della Germania è un’UE forte e, in quanto stato più potente in questa comunità (e il terzo nel mondo), la Germania deve garantire che l’UE sia forte.

 

- Advertisement -

Potrebbe Interessarti

- Advertisement -

Ultime Notizie

- Advertisement -