Cina. Cangini (FI), genocidio Uiguri nello Xinjiang. Di Maio condivide negazionismo?

- Advertisement -

AgenPress – “Il presidente del Congresso mondiale degli Uiguri, Dolkun Isa, ci ricorda oggi le vessazioni subite dal suo popolo da parte della Cina: campi di lavoro forzato, sterilizzazione delle donne, un milione di bambini strappati alle proprie famiglie e “rieducati” all’identità cinese, negazione della libertà di culto”.

Così il senatore di Forza Italia Andrea Cangini. “Con un’interrogazione parlamentare depositata questa mattina, chiedo al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, se condivide il negazionismo di Beppe Grillo e del presidente grillino della commissione Esteri del Senato, Vito Petrocelli, sulla persecuzione degli Uiguri dello Xinjiang e se non ritenga quantomeno inopportuna la scelta del fondatore del Movimento 5stelle e, prima che vi si sottraesse, dell’ex premier Giuseppe Conte di incontrare l’ambasciatore Cinese a Roma proprio nelle ore in cui il presidente del Consiglio Mario Draghi denunciava al G7 la persecuzione degli Uiguri e la sistematica violazione dei diritti umani da parte della Cina. È ora di porre fine alle ambiguità grilline!”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati