Coronavirus. Studio dimostra che in Cina circolava molto prima dell’inizio emergenza

327

Agenpress – Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Nature Microbiology e condotto da Man-Qing Liu del Wuhan Center for Disease Control & Prevention, il coronavirus circolava in Cina già da prima rispetto all’inizio dell’emergenza.

Alcuni tamponi fatti in tempi non sospetti – tra 6 ottobre e 21 gennaio – a individui con sintomi influenzali, e riesaminati ora sono risultati positivi al nuovo SARS-CoV-2.

Gli esperti hanno riesaminato i tamponi faringei di 640 individui che tra 6 ottobre e 21 gennaio erano stati coinvolti in un progetto di sorveglianza sull’influenza stagionale e che per questo motivo erano stati sottoposti al tampone.

Nove di questi individui sono risultati positivi al nuovo coronavirus, il che significa che la trasmissione del virus era già in corso da prima dell’inizio dell’epidemia, ipoteticamente già dall’inizio di gennaio.

Sono ancora tanti gli interrogativi su origini e tempistiche dell’emergenza del nuovo coronavirus, la cui comparsa è stata annunciata ufficialmente dall’Oms il 10 gennaio. Questo studio, spiegano gli autori, potrebbe fornire informazioni importanti sui primissimi stadi dell’epidemia.