Coronavirus. Iss, trasmissione in famiglia. Sensibile peggioramento, proteggere anziani

536

AgenPress –  Si confermano i segnali rilevati la scorsa settimana di “una maggiore trasmissione del virus SarsCov2 in ambito domiciliare/familiare con circolazione del virus anche tra persone con età più avanzata”. Lo rileva il monitoraggio settimanale Iss-ministero Salute. Il numero di nuovi casi di infezione “rimane nel complesso inferiore rispetto a quello di altri Paesi europei – rileva il rapporto – ma con un aumento da sette settimane consecutive”.

Nelle due ultime settimane si è osservato un “aumento significativo dell’età mediana alla diagnosi. Questo è probabilmente dovuto ad una trasmissione dalla popolazione più giovane a quella più fragile o anziana, soprattutto all’interno della famiglia: questo si riflette in un maggiore impegno dei servizi ospedalieri”, si legge ancora nel rapporto,  in cui si raccomanda quindi di adottare “tutte le opportune precauzioni anche in ambito familiare”.

Si conferma, inoltre,  la presenza di “importanti segnali di allerta legati ad un aumento della trasmissione locale” del nuovo coronavirus SarsCov2.  “Al momento i dati confermano l’opportunità di mantenere le misure di prevenzione e controllo già adottate ed essere pronti alla attivazione di ulteriori interventi in caso di evoluzione in ulteriore peggioramento”.

Si raccomanda inoltre alla popolazione di prestare “particolare attenzione al rischio di contrarre l’infezione in situazioni di affollamento in cui si osserva un mancato rispetto delle misure raccomandate e durante periodi di permanenza in Paesi o aree con una più alta circolazione virale”.

“Si raccomanda di adottare precauzioni in particolare per proteggere le persone più fragili (anziani, persone con patologie) in ambito familiare. E’ fondamentale mantenere misure di precauzione”.