Dati Covid in tempo Reale

All countries
523,342,826
Confermati
Updated on 17 May 2022 06:44
All countries
479,156,552
Ricoverati
Updated on 17 May 2022 06:44
All countries
6,290,803
Morti
Updated on 17 May 2022 06:44

Afghanistan. Le famiglie sfollate vendono bambini e reni per sopravvivere alla fame

- Advertisement -

AgenPress – Le famiglie sfollate che vivono in un campo nella capitale della provincia di Balkh hanno venduto i loro figli ei loro reni per i fondi per sopravvivere.

Le famiglie sfollate sono sfuggite al pesante conflitto tra l’Emirato islamico e le ex forze governative prima della caduta del governo repubblicano nelle province settentrionali di Balkh, Sar-e-Pul, Faryab e Jawzjan.  

- Advertisement -

Un comitato di beneficenza sta aiutando le famiglie sfollate con cibo e aiuti in denaro per dissuaderle dal vendere i loro figli e reni 

Il prezzo di un bambino è compreso tra 100.000 e 150.000 Afs e il prezzo di un rene è compreso tra 150.000 e 220.000 Afs. 

Le famiglie vivono in un campo a Mazar-e-Sharif, capoluogo della provincia di Balkh.

- Advertisement -

Le famiglie hanno affermato di essere state costrette a prendere tali decisioni a causa della povertà, dei problemi economici del Paese e dell’epidemia di Covid-19.

“Siamo sopraffatti dai problemi. Nessuno ci presta attenzione. Siamo in grossi guai”, ha detto uno sfollato.

Ogni famiglia ha dai due ai sette figli.   Dilbar è uno sfollato di guerra la cui famiglia sta lottando contro la fame,  ha detto che non aveva altra scelta che vendere il suo rene per prendersi cura dei suoi figli.

“Sono stato salvato dalla mia operazione. Mio figlio era malato. L’ho portata in ospedale per il trattamento, ma i medici mi hanno detto che il suo trattamento non sarebbe stato fatto”, ha detto.

Queste famiglie sono state aiutate da un comitato di beneficenza per impedire loro di vendere i bambini ei reni.

Il comitato di beneficenza ha fornito aiuti in denaro e cibo a migliaia di sfollati e persone vulnerabili a Mazar-e-Sharif.

Il capo del comitato di beneficenza, Mohammad Sadiq Hashimi, ha invitato gli uomini d’affari nazionali a intensificare gli sforzi per aiutare le persone bisognose in tutto il paese.

“C’erano alcune sorelle che erano pronte a vendere i loro reni, alcune di loro hanno già venduto i loro reni. Ho visto alcune famiglie che vendevano i propri figli. Siamo stati in grado di aiutarli”.

Gli ulema islamici ei residenti di Balkh hanno esortato la comunità internazionale a fornire assistenza umanitaria agli afgani mentre il Paese sta attraversando una grave catastrofe umanitaria.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati