Amedeo Laboccetta (Polo Sud): Centrodestra, bellissima la piazza di oggi ma domani tutti ai tavoli con un Conclave della Cultura Anticonformista e Controcorrente 

254

Agenpress. Oggi il centrodestra a Roma vivra’ una giornata straordinaria. Ma da lunedì ritengo che i leader di tutte le forze di opposizione debbano incontrarsi assolutamente per avviare la costruzione di un progetto politico e culturale in grado di affrontare e reggere una traversata che molto probabilmente avra’ termine solo nel 2023.

Fossi al posto di Salvini, Meloni e Berlusconi, e prima della fine del 2019, darei vita ad un Conclave della CULTURA ANTICONFORMISTA E  CONTROCORRENTE, coinvolgendo i liberi pensatori italiani.

Una 3 giorni per ascoltare le analisi di quei tanti opinionisti, giornalisti, filosofi e scrittori che rappresentano l’ossatura del libero pensiero in Italia. Penso a Veneziani, Isotta, Buttafuoco, Feltri, Belpietro, Sangiuliano, Giordano Bruno Guerri, Sgarbi, Chiocci, Bechis, Porro, Senaldi, Renato Farina, Sansoni, e tantissimi altri che, scusandomi, solo per brevita’ non cito.

Ma l’elenco, grazie a Dio, e’ vasto e ben radicato. Si tratta di personalita’ che hanno conquistato passo dopo passo, a volte con grandi sacrifici su un vero campo minato  grandi spazi per la loro credibilita’ e capacita’.  Non appartengono al mondo dei “nominati”. Uno squadrone culturale che non ha complessi.

Adesso bisogna dare una forte identita’ ed una vera anima ad un esercito popolare che cerca nuove parole d’ordine e nuovi miti figli del nostro tempo.

Lo dichiara in una nota l’ex deputato di Napoli Amedeo Laboccetta in partenza per Piazza San Giovanni in Roma con gli amici di Polo Sud.