Morte Pansa. Gasparri (FI). Grande protagonista del giornalismo e della cultura italiana.

287

Agenpress – “Giampaolo Pansa è stato un grande protagonista della storia del giornalismo e della cultura italiana. Ho avuto la fortuna di conoscerlo e di avere più volte un confronto con lui, soprattutto in riferimento all’opera di verità, alla quale ha dato un contributo decisivo, in riferimento al tempo della guerra civile italiana. E ricordo quando Giampaolo Pansa, sulle colonne dell’Espresso, mi difese quando giovane deputato sollevai, nell’aula della Camera, il problema del negazionismo dei libri di testo delle scuole in materia di Foibe e di esodo degli italiani dell’Istria di Fiume e dalla Dalmazia”.

Lo afferma Maurizio Gasparri di Fi. “Non aveva ancora scritto ‘Il sangue dei vinti’, ma era già impegnato ad affermare una verità che molti negavano. Giampaolo Pansa ha raccontato la politica come nessun altro, col suo ‘binocolo’ ha inquadrato congressi ed eventi dei partiti della democrazia italiana. Ha scritto decine di libri. Ma la sua opera degli ultimi anni di ricostruzione della memoria italiana e dell’affermazione di verità per troppe tempo negate, resterà come un monumento nella vita della Repubblica. Ha venduto milioni di copie di libri, ha affrontato, con coraggio, chi gli voleva negare il diritto di parola. Lo ricorderemo sempre come un grande italiano, portatore di cultura, di saggezza, di verità”.