Coronavirus. Mollicone (FdI). “Subito 400 mln per l’editoria, bene apertura governo su proposte FDI ma vogliamo sapere quanto e quando”

295
Federico Mollicone, deputato FDI componente dell’Alleanza Inter-parlamentare sulla Cina

Agenpress – “Il settore dell’editoria ha molto sofferto nelle ultime settimane ma nello stesso tempo si è mostrato uno straordinario presidio democratico e di garanzia dell’informazione – dichiara il capogruppo di FDI in commissione Editoria, deputato Federico Mollicone, in un’intervista alla Nazione – per quanto ci riguarda abbiamo sollecitato un credito d’imposta sull’acquisto della carta, la forfetizzazione delle rese, una riforma senza oneri per lo Stato della pubblicità degli avvisi legali rendendoli obbligatori, come di altri aiuti tipo quelli previsti per le edicole e tutta la filiera distribuitiva.”

“L’impegno garantito dal governo è avvenuto anche grazie allo stimolo che Fratelli d’Italia ha saputo fornire – ha continuato Mollicone – ora il governo dovrà dirci esattamente il quanto e il quando. Il sottosegretario Martella ci ha spiegato che intende far inserire le norme nel decreto Aprile, staremo a vedere.”

“Chiediamo almeno 400 milioni per il settore – ha sottolineato il deputato di Fratelli d’Italia – altrimenti rimarranno solo i grandi gruppi, le piattaforme internazionali e gli “over the top”. Inoltre, va recepita la direttiva copyright con urgenza, per garantire il diritto d’autore senza mortificare però il pluralismo.”

“L’Agcom – ha concluso – deve essere una garanzia di concorrenza, ma nello stesso tempo deve proteggere il mercato dalle sue distorsioni che la contemporaneità ci chiama ad affrontare, come il web, il digitale e gli algoritmi.”