Referendum: Bergamini (FI), Pd scrive pagina nera sua storia

471

AgenPress. “Il fatto che il Pd vincoli il suo Sì al referendum ad un accordo politico sulla legge elettorale e sui regolamenti parlamentari trasforma la Costituzione in mera merce di scambio.

Ricordo al segretario Zingaretti, il cui obiettivo è “scongiurare rischi di distorsioni nella rappresentanza e tutelare adeguatamente i territori, il pluralismo e le minoranze”, che a prescindere dall’accordo che troveranno con i 5 stelle, con l’approvazione della riforma costituzionale consentiranno alle future maggioranze di approvare modifiche ai regolamenti parlamentari e alla legge elettorale in grado di creare gravi distorsioni con effetti devastanti sui territori, sul pluralismo, sulle minoranze.

Capiamo che la politica, spesso, faccia leggi finalizzate ad ottenere consenso alle elezioni successive, ma riformare la Costituzione come si sta facendo oggi rischia di compromettere la democrazia per le generazioni che verranno. Il Pd è libero di votare come meglio crede al prossimo referendum, purché siano consapevoli che stanno scrivendo una pagina nera della loro storia e della storia della Repubblica”.

Lo scrive in una nota Deborah bergamini, deputata di Forza Italia.