Covid, Campomenosi (Lega), tamponi con Francia, ipotesi Governo dannosa per lavoratori italiani

304

AgenPress. “L’ipotesi di tamponi in entrata e in uscita al confine tra Italia e Francia, al momento al vaglio del Ministero della Salute, rischierebbe di avere pesantissime ripercussioni sull’economia del territorio ligure e di quello della vicina Costa Azzurra: aggraverebbe una situazione già problematica per chi si deve recare in Francia e nel Principato di Monaco quotidianamente e rappresenterebbe un duro colpo per i trasporti, per il commercio, per il lavoro di migliaia di frontalieri italiani, senza considerare le ricadute negative sul turismo italiano, già da mesi in grande sofferenza per via dell’epidemia e delle sue restrizioni.

Le preoccupazioni espresse dal sindaco di Ventimiglia sono condivisibili, è giusto prevenire e combattere la diffusione del contagio, ma la soluzione proposta dall’esecutivo sarebbe tanto impraticabile quanto dannosa. Da una parte il Governo vuole imporre tamponi a tutti i lavoratori italiani che vanno in Francia e a tutti i turisti francesi che vogliono visitare il nostro Paese, dall’altra permette lo sbarco quotidiano di migliaia di clandestini sulle nostre coste?

Ci opporremo in tutte le sedi a questa ipotesi, a tutela dei frontalieri italiani e delle imprese del territorio, già alle prese con numerose difficoltà e pesantemente colpiti dal lockdown e dalla crisi conseguente”.

Così in una nota Marco Campomenosi, europarlamentare ligure, capo delegazione della Lega al Parlamento Europeo, componente commissione Trasporti.