Pescherecci sequestrati, Lega: servono azioni urgenti, interrogazione a Commissione Europea

1237

AgenPress. “I pescatori italiani devono essere difesi. Come preannunciato, abbiamo presentato un’interrogazione alla Commissione Europea relativa al sequestro dei due pescherecci di Mazara del Vallo, avvenuto per mano delle autorità libiche lo scorso 2 settembre e di cui purtroppo non si hanno ancora notizie.

L’Europa, che investe ingenti somme in Libia, deve intervenire e assumere misure urgenti nei confronti delle autorità libiche, per una rapida risoluzione della vicenda e per mettere fine alle ripetute aggressioni ai pescherecci italiani in quelle zone.

Chiediamo inoltre di intervenire tramite un’attività di armonizzazione sugli accordi di determinazione dei confini marittimi, nonché di avviare un tavolo di confronto tra i Paesi rivieraschi e contemporaneamente negoziare un piano di sviluppo per il Mar Mediterraneo, volto al superamento del contenzioso relativo alle zone esclusive di pesca istituite da molti paesi, per permettere legalmente, e in sicurezza, l’accesso ai pescatori europei alle zone di pesca sotto giurisdizione libica. Giù le mani dai nostri pescatori”.

Così in una nota gli europarlamentari della Lega componenti della Commissione Pesca, Annalisa Tardino (prima firmataria), Rosanna Conte, Massimo Casanova e Valentino Grant, che hanno presentato un’interrogazione alla Commissione Europea.