Bielorussia. Incriminata Maria Kolesnikova, rischia 5 anni. Von der Leyen, Ue vicino alla gente

197
Maria Kolesnikova arrestata al confine con l'Ucraina, tentava di fuggire dal Paese

AgenPress – Il Comitato investigativo bielorusso ha annunciato che la leader dell’opposizione Maria Kolesnikova è stata incriminata di “invocare azioni che minacciano la sicurezza nazionale della Bielorussia”.

Accusata ai sensi dell’articolo 361 del Codice penale bielorusso, potrebbe ora affrontare da due a cinque anni di carcere. Kolesnikova, attualmente detenuta nella città bielorussa di Zhodino, è stata dichiarata sospettata in un’indagine penale su “un caso di azioni volte a causare danni alla sicurezza nazionale”, il 9 settembre scorso.

Della Bielorussia ha parlato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.  “L’Ue è dalla parte della gente della Bielorussia, tutti noi siamo stati colpiti dal coraggio immenso di questa gente che prendeva parte alle marce senza paura. Le elezioni non sono state né eque né giuste, e la risposta delle autorità una vergogna”.