M5S. Di Maio. Con il PD nessuna alleanza, ma patti civili. Tanti errori, ma non abbiamo tradito

330

Agenpress –  “Quella umbra non è un’alleanza. Molti mi dicono ‘Luigi ma allora non possiamo parlare più male del Pd?’ E io dico ‘tu puoi farlo, ma sei sicuro che serva ancora parlare male degli altri?’. Noi non proponiamo alleanze regionali con il Pd, noi al massimo proporremo altri patti civili, per liberare le Regioni dalle correnti, dai partiti”.

Lo dice il leader del M5S Luigi Di Maio. “Al momento non c’è alcun dibattito su un’alleanza organica con il Pd”. “Io non sono assolutamente affascinato dall’idea di alleanze, patti. Adesso abbiamo da realizzare la riforma della giustizia, abbiamo da abbassare le tasse nella legge di bilancio. Stiamo al governo con chi ci sta, con chi mette i propri voti per realizzare questo”.

“Il M5S sarà sempre l’ago della bilancia di ogni governo, saremo sempre in Parlamento, per noi è difficile tornare indietro”, ha detto ancora.  “Avervi ieri tutti sul palco è stata la migliore risposta alle scissioni di cui parlano i giornali”.

“Noi abbiamo fatto tanti errori ma in dieci anni non vi abbiamo mai tradito”, ha aggiunto.  “Riduzione del cuneo fiscale per le imprese e legare questa misura al salario minimo. E’ questo, a quanto si apprende, uno dei punti chiave affrontati dal ministro Luigi Di Maio con i suoi colleghi di governi nel vertice M5S sulla manovra a Napoli. Un vertice durato ben oltre un’ora nel quale Di Maio ha ribadito che sul carcere per i grandi evasori il M5S non cede, misura che, al momento, è tra l’altro ancora inserita nel dl fisco. E, sottolineano fonti M5S, sulla legge di bilancio non ci dovranno essere “scherzi” sulle tasse, come è accaduto per le sim ricaricabili.