Bonanno: “Riaperture a Palermo, Orlando esca dal bunker e aiuti le imprese”

465

Agenpress. “Nel momento più importante della storia recente della nostra città, quello della ripartenza, Palermo continua ad avere un sindaco assente che pensa esclusivamente ai numeri e non a quanti rischiano il fallimento o la perdita del posto di lavoro”.

Lo afferma Domenico Bonanno, fondatore del laboratorio culturale e politico ‘Tocca a Noi’ e componente della direzione di Diventerà Bellissima, il quale commenta le dichiarazioni di Orlando sulla riapertura delle attività prevista per domani.

“Abbiamo vissuto settimane molto dure, i Palermitani hanno dimostrato senso di responsabilità seppur privi di una guida autorevole e presente. E come se non bastasse, alla vigilia della tanto agognata riapertura, il sindaco piuttosto che incoraggiare gli imprenditori e far sentire la propria vicinanza, continua a minacciare sanzioni e chiusure. I Palermitani hanno già dimostrato senso del dovere e rispetto delle regole, non servono toni duri, ma strumenti e iniziative a supporto delle attività commerciali.” 

“Auspichiamo che il sindaco e la sua giunta diano seguito alle proposte che sono sul tavolo” continua Bonanno “non ultima ‘Palermo Open Air’ che abbiamo presentato in settimana e che darebbe ossigeno al settore food & beverage grazie a concessioni gratuite del suolo pubblico e alla valorizzazione di piazze e zone pedonali. Orlando esca dal suo bunker e avvii in tempi rapidi un confronto proficuo su questi temi” conclude “Palermo ha bisogno di idee innovative e di interventi immediati, non di rimproveri e assenze.”