Cina. Trump, possibile chiusure altri consolati cinesi. Replica: insulti e odio da governo Usa

355

AgenPress –  “E’ sempre possibile” che gli Stati Uniti chiudano consolati cinesi negli Usa. Lo afferma Donald Trump rispondendo a una domanda sul consolato cinese di Houston nel corso del briefing della task force della Casa Bianca sul coronavirus.

Intanto la portavoce del ministero degli Esteri Hua Chunying incolpa gli Usa per il clima creatosi, lamentando minacce di morte e di attentati contro la sua ambasciata a Washington:  “In scia a insulti e odio alimentati dal governo Usa, l’ambasciata cinese ha ricevuto minacce di attentati e di morte”, ha scritto Hua su Twitter dopo che l’amministrazione Trump ha ordinato alla Cina di chiudere il consolato a Houston tra le accuse di spionaggio.

“A causa della stigmatizzazione intenzionale e sconsiderata e della diffusione dell’odio da parte degli Stati Uniti, l’ambasciata cinese negli Usa – si legge – ha ricevuto più volte minacce a sicurezza e protezione delle missioni e del personale diplomatico cinesi”.

La Cina “è impegnata a rispettare il principio di non interferenza negli affari domestici di altri Paesi. Negli anni, le missioni diplomatiche cinesi negli Usa, incluso il consolato di Houston, hanno esercitato i loro doveri nel rigoroso rispetto della Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche e della Comvenzione di Vienna sulle relazioni consolari, dedicandosi a promuovere gli scambi e la cooperazione bilaterale per far avanzare la reciproca comprensione e amicizia tra i due popoli”, si legge nella nota, che definisce “destituite di fondamento” le accuse di spionaggio delle autorità americane.