Taglio parlamentari. Berlusconi, è restrizione di democrazia, di rappresentanza e libertà

521

AgenPress – “Un taglio dei parlamentari era nella nostra riforma del 2005, cancellata dalla sinistra. Ma era una riforma organica, completa. Questa invece è solo una restrizione degli spazi di democrazia, di rappresentanza e di libertà”.

Così Silvio Berlusconi su La Stampa spiegando, sul referendum, le sue “perplessità.

Sulle regionali avverte che non fa calcoli sui risultati ma che quando si batte “in una sfida il mio obiettivo è vincere ovunque. Starà poi alla responsabilità istituzionale dell’esecutivo e delle forze che lo sostengono  trarne le conseguenze”.

“Su una possibile vittoria in Toscana, Berlusconi afferma che “qualsiasi regione sia espugnabile, che le roccaforti rosse non esistano più, che in Toscana abbiamo una brava candidata e una squadra di Forza Italia molto competitiva”.

Poi parla della Puglia, delle Marche, e della Val d’Aosta, ma anche della Campania. “Mi piacerebbe fosse possibile sottrarre ai tatticismi della politica quotidiana un grande tema come il Recovery fund – osserva – per il quale mi sono molto battuto in Europa e che rappresenta la principale opportunità per far ripartire il Paese dopo la gravissima crisi del Covid”.