Manovra. UGL: “Legge di Bilancio debole, servono altre misure per la crescita e nuovi investimenti”

210

Agenpress. Si è svolta presso la sala stampa della Camera dei Deputati, la conferenza stampa “Una Legge di Bilancio senza crescita”, per discutere della prossima manovra finanziaria in corso di approvazione in Parlamento.

Erano presenti l’On. Claudio Durigon (Lega), Membro della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati, il Senatore Maurizio Gasparri (Forza Italia)Presidente Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari del Senato e Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL.

Tra le priorità emerse e segnalate dal sindacato UGL c’è la necessità di ridurre il debito e l’urgenza di finanziare gli investimenti al di fuori del Patto di Stabilità, grazie a un maggiore deficit, circa lo 0,8 % del Pil. Una manovra di 24 miliardi di euro che garantirebbero una crescita del Pil per il 2020 all’1,1% rispetto all’attuale 0,3%.

Per Paolo Capone, UGL: “Siamo in presenza di una manovra debole, priva di provvedimenti che stimolino la ripresa economica, frutto di un Governo litigioso e poco coeso su quelli che sono i veri problemi dell’Italia. Proponiamo di scorporare gli investimenti per la tutela del territorio dal computo nel rapporto deficit-Pil. Una nuova pace fiscale permetterebbe poi di ricostruire la fiducia tra contribuenti e amministrazione”. Per il Segretario questa conferenza rappresenta: “L’ennesimo invito all’unità del centrodestra italiano che dovrà tirare fuori il Paese dallo stato di torpore e di crisi in cui versa”.

 Una proposta alternativa all’attuale Legge di Bilancio in discussione al Parlamento, in sostanza, quella illustrata da Capone, Durigon e Gasparri, che puntano sull’introduzione di misure come la flat tax, con aliquota al 15% per i redditi fino a 45mila euro, con uno stanziamento di 9 miliardi di euro; sullo sblocco di risorse per avviare le opere pubbliche; su misure a favore dei dipendenti pubblici e privati; su nuove regole per gli ammortizzatori sociali; sull’assunzione di 150 ispettori del lavoro per far fronte all’emergenza sicurezza nei luoghi di lavoro e più formazione professionale.

L’On. Claudio Durigon sostiene che: “serve una manovra diversa da quella presentata dal Governo giallo-rosso, finalizzata alla crescita economica reale, con misure di carattere espansivo e investimenti a favore delle infrastrutture. L’attuale maggioranza è ostaggio di liti continue e dimostra ogni giorno di più la sua assoluta incapacità di garantire un futuro alla cittadinanza, al sistema produttivo e in generale al Paese intero”.

 Il Sen. Maurizio Gasparri: “Un aspetto importante da sottolineare è quello di ritrovare una equità fiscale e mi riferisco in particolare ai giganti dell’e-commerce, che pagano davvero troppo poco. Non voglio certo ostacolare il commercio, ma occorre procedere ad armi pari e presenteremo iniziative concrete finalizzate a una tassazione più equa. Sono contento di questa iniziativa dell’UGL che contribuisce all’unità del centrodestra”.