Conte non vuole rimanere appeso? Bernini (FI). L’Italia è appesa alla sua smania di potere

363

Agenpress – “Dopo appena tre mesi il governo, piegato dalle sue divisioni interne, ha già bisogno di fare il tagliando: il Pd chiede la verifica e Conte è d’accordo, certificando così il fallimento di un’operazione trasformistica che sta avvelenando la politica e la stessa convivenza sociale. Come un giocatore di poker che ha in mano solo una scala bucata, il premier rilancia continuamente, vagheggiando di un cronoprogramma fino al 2023 per fare le riforme strutturali”.

Lo dichiara Anna Maria Bernini, capogruppo dei senatori di Forza Italia.

“Addirittura! Ma con i bluff si fa solo il male del Paese e il colmo è che Conte sostiene anche di non voler restare ‘appeso’, perché non è nel suo carattere. La sua breve storia politica dimostra però il contrario: è ormai da un anno e mezzo infatti che sta appeso alla sua poltrona, prima gialloverde e poi giallorossa, tenendo appesa l’Italia alla sua smania di potere. Ci risparmi almeno le barzellette”.