L’ opinione di Roberto Napoletano. L’indebita rendita e il rischio capitale

422
Roberto Napoletano Direttore del Quotidiano del Sud e l'Altravoce dell'Italia

Agenpress – APRIRE gli occhi prima che sia troppo tardi. Ci sono tutte le mafie. Riciclano, fanno la fattura pure al tabaccaio. Sono impresa. Fanno politica, hanno i loro candidati. Entrano nelle compagini societarie. Egemonizzano i subappalti. Reinvestono i proventi della cocaina in immobili, locali notturni, attività ricettive, movimento terra, smaltimento rifiuti, finanza. Disintermediano i flussi della spesa pubblica, scambiano con la politica, è la logica della cosiddetta banca dei favori di cui parlano i collaboratori di giustizia. Veneto, Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, città e località balneari, ricostruiamo la mappa di uomini, affari e alleanze, società, zone grigie e intrecci nascosti della Mafia spa al Nord. Disegna un quadro d’insieme da brividi, decine e decine di miliardi, motore finanziario di un sistema criminale parallelo ormai autonomo che trae origine dai territori meridionali di provenienza dove persiste un sistema arcaico-feudale molto più spietato e molto più povero.

Per leggere la versione  integrale dell’editoriale del direttore Roberto Napoletano clicca qui:

https://www.quotidianodelsud.it/nazionale/editoriali/politica/2019/12/09/leditoriale-del-direttore-roberto-napoletano-laltravoce-dellitalia-lindebita-rendita-e-il-rischio-capitale